Da negozio storico ad azienda moderna

La storia del gruppo Genitti Ottici comincia nel 1964, quando Francesco Genitti apre il primo negozio di ottica nel centro storico dell’Aquila, in corso Federico II, al numero 8. Un punto vendita di 30 metri quadrati dove nei primi tempi, oltre a commerciare gli occhiali dell’epoca, non griffati ma ancora solo delle protesi, ci si occupa anche di viaggi, emigrazione e immigrazione.

Negli anni Novanta al fondatore si affiancano i figli: Gioia Genitti, ottico-contattologo, che si occupa della gestione e supervisione dei punti vendita e dell’applicazione di lenti a contatto su costruzione; Germano Genitti, medico-chirurgo e oculista, che coordina la parte amministrativa e organizzativa.

Nel corso dei decenni L’Aquila rafforza la sua vocazione di città universitaria e la vendita si allarga: nasce l’esigenza di avere un punto vendita in periferia. Nel 2000 apre così il secondo negozio, presso il centro commerciale Gallucci, nelle vicinanze dell’ospedale San Salvatore e del polo universitario di Medicina e Chirurgia.

Con la nascita di altri centri commerciali nel capoluogo abruzzese sorgono ulteriori negozi Genitti in luoghi strategici della città, a cominciare dal terzo, quello all'Aquilone, che apre i battenti nel 2006. Spinta dalle nuove esigenze dettate dalla crescita, l'azienda si struttura come gruppo e comincia a diversificare l'attività, ampliando gli orizzonti del mercato, sempre in campo sanitario, realizzando, in sinergia con altri professionisti dei settori specifici, un centro di parafarmacia ottico e una società "Vedo e Sento" che si occupa di acustica nel territorio abruzzese.



Ristrutturato nel 2002, il negozio storico nel frattempo si allarga fino a raggiungere al piano terra una superficie di 200 metri quadrati di spazio dedicato sia alla vendita che alla parte professionale, collegato con un ascensore al primo piano, dove su una superficie di altri 150 metri quadrati trovano spazio le sale d’attesa, il centro di misurazione vista, i centri di contattologia, ipovisione e protesistica oculare.

Il ‘negozietto’ diventa un punto di riferimento nazionale, pubblicato su tutte le riviste del settore. E la presenza in centro storico raddoppia con un’altra apertura, in corso Vittorio Emanuele, nel 2005, rilevando la storica Ottica Ciccozzi da cui nasce Fashion Ottica.

Uno scenario che viene del tutto rivoluzionato dal terremoto del 6 aprile 2009, che distrugge L’Aquila e rende inagibile la gran parte delle strutture edilizie.

Il negozio all’Aquilone e quello vicino l’ospedale ripartono nel giro di pochi giorni, mettendosi a disposizione della città: nei primi mesi post-terremoto Genitti Ottici realizza occhiali gratuiti in collaborazione con la società Argovision e le aziende leader del settore, come Luxottica e Hoya, al ritmo di circa 100 al giorno.

Inoltre, in collaborazione con l’Associazione italiana ipovisione, con l’Unione italiana ciechi e con il reparto d’Oculistica dell’ospedale aquilano, i pazienti vengono portati con dei pulmini dalle tendopoli fino agli studi per effettuare la visita oculistica.

Una ripartenza in termini sociali, per dare un servizio all’Aquila, ma che funge anche da volano imprenditoriale, con risultati concreti. A fine 2009 riapre subito Unique, la boutique di Genitti, nella galleria Vicentini, dove vengono proposti i marchi più selezionati, che prima del sisma era stata censita tra i migliori negozi d’Italia.

Si investe anche nel resto della provincia, in particolare ad Avezzano, dove nel 2009 viene rilevata la storica Ottica Bollini, con il negozio ristrutturato. La filiazione più recente risale alla fine del 2011, con la nascita di un negozio ‘giovane’ come Evolution Ray-Ban store presso il centro commerciale Amiternum.

X